Migliori Broker indici

24_white.png
DEPOSITO MINIMO
250
Cysec
Stocks, Cryptocurrencies, Forex, ETF, Index, Commodities
Paypal, Skrill, Wire Transfer, Credit/Debit Card, Neteller, Trustly, Sofort, MyBank, P24 (Przelewy24), Giropay
Demo, Basic (250€), Gold (5.000€), Platinum (10.000€), VIP, PRO,
*Terms and Conditions apply
etoro_white.png
DEPOSITO MINIMO
200
Cysec, FCA, ASIC
Stocks, Cryptocurrencies, Forex, ETF, Index, Blends, Commodities
Paypal, Skrill, Wire Transfer, Credit/Debit Card, Neteller, Sofort, Rapid Transfer, WebMoney, UnionPay
Demo, Standard, Premium, Islamic
*Terms and Conditions apply
xtb.png
DEPOSITO MINIMO
0
FCA, CONSOB, IFSC, CNMV, BaFin, AMF, EN, CMVM, KNF
Stocks, Forex, ETF, Index, Commodities
Paypal, Skrill, Wire Transfer, Credit/Debit Card, American Express, PaySafe
Demo, Standard, PRO
*Terms and Conditions apply
iqoption_white-1.png
DEPOSITO MINIMO
10
Cysec, FCA, CONSOB, CNMV, AMF, Regafi, Finantsinspektsioon
Stocks, Cryptocurrencies, Forex, ETF, Index, Commodities, Binary Options (extra EU)
Paypal, Skrill, Wire Transfer, Credit/Debit Card, Neteller, Trustly, Sofort, WebMoney, Teleingreso / NeoSurf
Demo, Retail, PRO
*Terms and Conditions apply

Tutti i migliori Broker per investire in Indici permettono di negoziare almeno nei principali indici USA ed Europei, alcuni consentono di operare anche in molti altri indici di tutte le economie mondiali, come l'indice della Borsa Australiana, o il Nikkei della borsa giapponese.

Nella tabella qui sotto ti presentiamo alcuni tra i migliori Broker per fare trading sugli Indici valutari.

Uno degli indici più negoziati, dopo quelli americani è il DAX, perché ha una grande liquidità e varietà di società, oltre ad avere la volatilità appropriata per le operazioni quotidiane. Puoi iniziare a fare trading sul DAX con 24option aprendo un conto demo direttamente da qui in modo completamente gratuito.

Plus500 Consideriamo Plus500 un broker consigliato per due ragioni principali:

1- La sua piattaforma di trading è la più intuitiva e semplice da usare che conosciamo, quindi sarà più facile familiarizzare con essa che con quelle offerte da altri broker.

2- La sua versatilità: In Plus500 potrete negoziare CFD (contratti per differenza) in più di 1.000 strumenti finanziari diversi come: valute (54 coppie di valute del mercato Forex), azioni, europee e americane, i principali indici borsistici come S&P 500, NASDAQ 100, FTSE 100, FTSE 100, DAX 30, CAC 40, NIKKEI 225, materie prime come oro, argento, petrolio.

Prova ad aprire gratuitamente un conto con Plus500 ed inizia a fare trading nei principali indici azionari mondiali. Clicca qui. eToro Per quanto riguarda gli strumenti finanziari disponibili per la negoziazione con questo broker dobbiamo fare una distinzione tra gli strumenti classici (attività finanziarie) che possiamo negoziare con eToro e altre forme di investimento attraverso il social trading.

In generale, gli utenti commentano in modo positivo gli strumenti di social trading offerti da eToro. Questo è ciò che di solito attira di più l'attenzione essendo definito da eToro stesso come ciò che sta "rivoluzionando il mondo degli investimenti".

Per quanto riguarda gli Indici azionari eToro consente di operare su 13 dei principali.

Per quanto riguarda il CopyTrading invece è un sistema di investimento in cui il trader può seguire gli altri utenti del social network di eToro. Gli utenti sono classificati e questa classifica dipende da diversi parametri filtrati dal trader. Inizia a copiare i migliori con eToro, puoi farlo aprendo un conto demo da qui. Clicca è gratis.

24option

24Option permette ai trader di scaricare e utilizzare la piattaforma MetaTrader 4 (MT4). Questa piattaforma è uno standard del settore e consente la creazione di grafici e analisi avanzate. I trader che non desiderano utilizzare questo software possono utilizzare anche la piattaforma desktop di 24Option, che è migliore della media del settore. Ad esempio, la piattaforma desktop ha listini prezzi personalizzabili e trasparenti per operare facilmente sui mercati finanziari.

Da notare che 24option offre la possibilità di ottenere un pratico ebook gratuito per imparare a fare trading online. In questa guida vengono spiegate tecniche operative e metodi per ottenere vantaggi operando sui mercati. Scaricala gratis.

Altro servizio offerto da 24option è l’invio di segnali operativi offerti da Trading Central. Senza dubbio è un valido strumento in quanto consente di avere gratuitamente, per tutti coloro che aprono un conto reale con deposito minimo di 250€, delle analisi aggiornate dei mercati.

XTB

Le aliquote che la XTB applica ai suoi servizi sono piuttosto basse. Non addebita commissioni di apertura o chiusura, ma solo spread che variano a seconda dell'asset che abbiamo scelto.

35 indici CFD Leva fino a 1:20 No requote e swap Spread da 0.9 pip Protezione dal saldo negativo XTB offre due tipi di piattaforme entrambe di livello professionale. Da un lato abbiamo la xStation5 che è una pluripremiata piattaforma proprietaria, d’altro lato XTB consente aprire un conto ed operare attraverso la famosa Metatrader 4. Apri un conto con XTB ed inizia a fare trading sui principali indici azionari mondiali. Clicca qui, è completamente gratuito.

XM

Alcuni punti che abbiamo attentamente analizzato sono l'offerta di piattaforme di trading XM, le commissioni e gli spread per strumento (che sono piuttosto bassi), la velocità di esecuzione degli ordini, le strategie di investimento consentite da questo broker e le leve disponibili (che dipendono dallo strumento e dal luogo di residenza dei suoi utenti).

XM consente di operare con piattaforma Web, Metatrader 4, Metatrader 5 ed anche una versione Mobile.

L’apertura del conto con il broker XM può avvenire con solo 5€ ed è quindi praticamente possibile per tutti iniziare a sperimentare il trading sugli indici azionari in reale. Prova ad aprire un conto qui. Oppure verifica gli spread ed i costi di XM sulla sua pagina ufficiale. (Clicca qui) Che cos'è un indice di Borsa? Gli indici azionari sono strumenti sotto forma di valori numerici che misurano un segmento del mercato azionario. I loro valori sono la media dei prezzi di ciascuna delle azioni incluse in ciascun indice o "titoli costituenti l'indice". La redditività di un indice azionario è determinata dalla variazione di valore in un determinato periodo.

La sua utilità è legata al tipo di valori costitutivi di ciascun indice. Così, con un semplice sguardo ad un indice borsistico formato dalle principali aziende tedesche come il DAX30 possiamo avere un'idea dell'evoluzione e dello stato del mercato finanziario tedesco o del prezzo delle aziende che fanno parte di quell'indice.

Gli investitori possono anche utilizzarli come benchmark per misurare la redditività dei loro fondi e portafogli azionari, nonché per misurare l'evoluzione dei mercati azionari, dei settori economici o delle diverse attività finanziarie. In sostanza, gli indici sono panieri di azioni appartenenti ad un'industria, regione o settore economico. Vantaggi del trading sugli indici con CFD

L'operatività sugli Indici invece di utilizzare le singole azioni, presenta una serie di vantaggi: Maggiore stabilità dei prezzi Un indice è composto da un buon numero di aziende, che garantiscono una maggiore stabilità dei prezzi quando si fa trading. E' possibile trovare giorni in cui alcuni titoli, con volatilità molto elevate, possono muoversi di diversi punti percentuali in su o in giù, soprattutto quando ci sono notizie importanti, tuttavia, sono molto meno i giorni in cui un Indice ha movimenti eccessivi.

Si può pensare che con una minore volatilità ci siano meno opportunità, ma è proprio il contrario. Utilizzo della leva finanziaria I broker online ci permettono un livello di leva finanziaria molto più alto, per fare trading con gli indici rispetto alle azioni. Questa circostanza, se siamo abbastanza abili, ci lascia più margine di profitto. Con conti piccoli e garanzie collaterali relativamente piccole, possiamo generare un buon rendimento.

I Cfd su Indici, ci permettono di fare trading sia al rialzo che al ribasso, potendo guadagnare denaro indipendentemente da cosa fa l'indice e dalla direzione che prende, anche se non ha una direzione definita. Speculare sugli Indici nel breve termine

I Broker Online della lista all’inizio dell'articolo, offrono principalmente Cfd su Indici, anche se è anche possibile investire in Oro, Petrolio e altre materie prime. Ogni veicolo di investimento ha le proprie caratteristiche ed è adatto ad un diverso tipo di investitore.

Con i CFD approfittiamo di piccoli movimenti che avvengono in brevi periodi di tempo, come pochi minuti, poche ore o pochi giorni. Il grande vantaggio è dovuto al fatto che, dal momento che stiamo operando con la leva, si possono ottenere buone performance in poco tempo. Principali indici borsistici nel mondo Negli Stati Uniti Dow Jones Industrial Average o Dow Jones: Formato da una serie di 30 aziende americane. S&P 500: 500 delle maggiori società del NYSE e del Nasdaq. Nasdaq 100: Indice composto dalle 100 maggiori società non finanziarie del Nasdaq, soprattutto nel settore tecnologico. In Europa Eurostoxx 50: costituita dalle 50 società con la più alta capitalizzazione e volume di scambi della zona euro. FTSE 100: formato dalle prime 100 società del London Stock Exchange e una volta creato dal Financial Times (FTSE = Financial Times Stock Exchange). DAX 30: comprende le prime 30 società della Borsa di Francoforte. IBEX 35: Indice di borsa che include i valori delle 35 società con la più alta capitalizzazione e liquidità in Spagna. CAC 40: Composto dai titoli delle 40 società più importanti della borsa francese. FTSEMIB: che include le principali azioni a maggiore capitalizzazione italiane. In Asia

Nikkei 225: un totale di 225 società con la più alta liquidità sulla Borsa giapponese di Tokyo. SSE Composite Index: principale indice del mercato azionario cinese composto da società quotate alla Borsa di Shanghai. BSE Sensex: costituita dalle 30 principali società della Bombay Stock Exchange, India. Hang Seng Index: indice della borsa di Hong Kong con un totale di 33 aziende. KOSPI: Composto da tutte le società quotate sul mercato sudcoreano.

In Sud America

MSCI America Latina: indice azionario che comprende una serie di 137 aziende provenienti da Brasile, Colombia, Messico, Cile e Perù. IPC o Indice dei prezzi e delle quotazioni: Principale indice messicano. Bovespa: indice del mercato azionario brasiliano composto da 50 società quotate alla borsa di San Paolo. Merval: costituita dalle più importanti società della Borsa di Buenos Aires. IGBC Bogotá: comprende le 36 maggiori società colombiane. IBC Caracas: indice di mercato azionario composto da 16 società venezuelane. IPSA o Selective Stock Price Index: Indice principale del Cile. IGBVL: include aziende del Perù. Globale S&P Global 100: composto da 100 aziende multinazionali di tutto il mondo. MSCI World: composto da oltre 1.600 aziende provenienti da 23 paesi sviluppati. MSCI Emerging Markets: Indice che include più di 800 aziende dei paesi in via di sviluppo. Principali indici azionari negoziati dai trader Come abbiamo visto ci sono innumerevoli indici azionari nel mondo, ma i trader o gli investitori online hanno preferenze e quindi non tutti sono negoziati allo stesso modo in termini di volume di trading. In questo modo, è facile stabilire una classifica con gli indici azionari più negoziati: Dow Jones Chiamato anche Dow Jones Industrial Average o semplicemente "Dow". Come abbiamo visto in precedenza, si tratta di un indice borsistico formato dalle 30 principali società degli Stati Uniti d'America. Il suo valore è una combinazione dei prezzi delle azioni di queste 30 società. Il suo peso è considerevole se si considera che rappresenta circa il 25% del valore totale del mercato azionario americano. S&P 500 Indice che comprende le 500 azioni più scambiate sul mercato azionario statunitense ecco perché questo indice è considerato uno strumento ideale per conoscere a colpo d'occhio lo stato del mercato azionario americano. Il suo valore dipende dalla capitalizzazione delle azioni delle società in esso incluse.

Altri indici ampiamente negoziati sono il Nasdaq Composite (indice delle società tecnologiche) ed altri indici azionari europei come il FTSE 100, il DAX 30 o asiatici come il Nikkei 225, i quali sono spesso disponibili sulle piattaforme di trading dei principali broker online per negoziare indici.